Di seguito riportiamo alcuni consigli rispetto all’utilizzo delle anfore:

1 - Appena l’anfora viene scaricata dall’autista presso la Vostra cantina è necessario accertarsi della presenza di eventuali danni all’imballo o di qualsiasi altra anomalia che dovesse essersi prodotta nel corso del trasporto (durante il trasporto l’anfora è coperta da assicurazione, una tempestiva segnalazione di qualsiasi anomalia renderà più veloce la pratica di sostituzione-risarcimento)

2 - Nel corso di tutti gli spostamenti dell’anfora utilizzare il materiale di imballo posto tra l’anfora ed il bancale, esso serve ad ammortizzare vibrazioni o urti accidentali che potrebbero compromettere l’integrità dell’anfora.

3 - Posizionare l’anfora nella sua sede definitiva, lasciarla vuota per 24-48 ore dopo le quali si dovrà procedere al riempimento con sola acqua.

4 - Trascorse 48 ore dal momento dello riempimento con acqua analizzare accuratamente la superficie dell’anfora. Se si dovessero presentare gocciolamenti trasudazioni o qualsiasi altra anomalia contattateci tempestivamente per valutare l’intervento idoneo ad una risoluzione del problema.

5 - Consigliamo di utilizzare l’anfora senza il coperchio nel corso della fermentazione. Una volta terminato il processo fermentativo si può procedere alla chiusura: per una chiusura ermetica è sufficiente che la guarnizione venga compressa di 2-4 mm. La pressione esercitata dai tiranti deve essere quanto più omogenea sull’intera circonferenza, se il coperchio e l’anfora sono dotati di segni assicurarsi che combacino fra coperchio e bordo superiore dell’anfora.

6 - Nel caso in cui l’anfora fosse dotata di manicotti filettati (preleva-campioni o tappo di svuotamento) utilizzare abbondante nastro in teflon sul filetto per rendere la chiusura stagna.

7 - Se dovessero presentarsi gocciolamenti attorno alla guarnizione sarà sufficiente stringere i tiranti in prossimità dell’eventuale perdita.

8 - Il colmatore sulla sommità del coperchio deve essere introdotto successivamente al riempimento totale dell’anfora (questo per evitare di creare una bolla d’aria all’interno del coperchio)

9 - Il colmatore è dotato di un’apposita vaschetta di tenuta che consigliamo di riempire con una soluzione di acqua e metabisolfito di potassio.

10 - Per una pulizia efficace dell’anfora consigliamo:

  • L’utilizzo di getti a pressione (anche alta pressione)
  • Risciacqui e riempimento per 48 ore con soluzioni igienizzanti a base basica o acida.
    Le nostre anfore sono realizzate appositamente per consentire una pulizia facile e veloce nettamente meno laboriosa rispetto a quella del legno. Questa facilità di igienizzazione permette di utilizzare un’anfora che ha ospitato una previa vinificazione in rosso per una successiva vinificazione o un affinamento in bianco
  • Sconsigliamo l’utilizzo di alte temperature nel trattamento dell’anfora quando sono presenti elementi metallici.

Consigli

Contatti

Via della Croseta 39,
38062 Arco (TN)

Tel.: +39 0464 918983

Fax: +39 0464 911931

Email: info@tava.it

TAVA

L’azienda TAVA produce manufatti ceramici da tre generazioni. Nel corso degli ultimi anni, avvalendosi della consulenza di enologi e produttori vitivinicoli, ha realizzato una gamma di anfore per vinificazione ed affinamento.

Facebook

YouTube

Instagram

Copyright © 2018 TAVA s.r.l. P.IVA 02256760220 - Powered by Global IT